Magazine / IT Governance
28 febbraio 2020

Logistica opere d'arte: oggi si usa l'IoT

La logistica delle opere d’arte può oggi sfruttare le potenzialità dell’Internet of Things (IoT) per superare ostacoli che oggigiorno sono anacronistici. I vantaggi? Informazioni certe e monitorate in tempo reale per prevenire incidenti durante la spedizione.

Le opere d’arte sono materiale raro e di grande valore, un patrimonio artistico e culturale che nei trasporti multimodali può correre vari rischi dovuti a danni accidentali. Per rispondere in maniera chiara e schematica a una sentita esigenza da parte di tutte le parti coinvolte, dal mittente fino all’assicuratore, Beta80 ha pensato a un prodotto IoT facile da integrare e che assicura un monitoraggio attivo e costante delle condizioni dell’oggetto trasportato: Parcelive.

 

Dati in tempo reale per evolvere la logistica opere d’arte

Il principale limite delle spedizioni delle opere d’arte è la mancanza di visibilità sullo stato della spedizione. Il mittente e il destinatario sono spesso al buio: non conoscono le condizioni dell’oggetto trasportato fin quando non è arrivato a destinazione. Una situazione che, però, può creare problemi di vario genere: se l’oggetto non è arrivato nelle stesse condizioni in cui è partito, chi si assume la responsabilità dell’accaduto? Quando è avvenuto il problema e perché? Oltre al fattore umano, nei trasporti multimodali delle opere d’arte devono essere tenuti da conto elementi esterni come l’umidità e la temperatura. Tali dati, inoltre, devono essere monitorati in tempo reale e regolarmente inviati a una dashboard centralizzata a disposizione del mittente, del destinatario, dello spedizioniere e anche dell’assicuratore. Se tutti hanno visibilità sugli stessi dati, non c’è margine di incertezza.

 

La soluzione di Beta80 all’esigenza di Ars Movendi

Parcelive è stata l’idea di Beta80 per soddisfare l’esigenza di Ars Movendi Firenze, che doveva spedire alcuni strumenti musicali ad arco fino a Puebla in Messico, affinché essi fossero esposti durante una mostra locale. L’inclusione di un prodotto IoT costantemente connesso ha potuto informare tutte le parti coinvolte sullo stato degli strumenti musicali, con particolare attenzione a valori come umidità, temperatura e illuminazione.

Scopri tutti i dettagli, scarica il Case Study.

New call-to-action

Post correlati