UNIFICARE LE APP DI EMERGENZA IN EUROPA: IL PROGETTO PEMEA

Accedere ai servizi di emergenza in tutta Europa con qualsiasi app locale? Presto sarà realtà, grazie al progetto Pan-European Mobile Emergency Application (PEMEA) di EENA. Tutte le app di emergenza, infatti, saranno presto connesse in un’unica rete, consentendo alle persone di utilizzare la propria app 112 per contattare i servizi di emergenza in tutta Europa, senza bisogno di scaricarne di nuove.

Scopo del progetto è quello di migliorare la risposta alle emergenze, aiutando i cittadini a raggiungere la centrale 112 corretta anche se non parlano la lingua locale o se non sanno dove si trovano. Consentirà, inoltre, agli operatori di recuperare tutte le informazioni vitali per una risposta sempre più sicura e precisa.

UNIFICARE IL NETWORK DELLE APP DI EMERGENZA: IL RUOLO DI BETA 80

Sin dalle prime fasi del progetto Beta 80 Group ha lavorato in prima linea, a stretto contatto con EENA, allo scopo di creare e migliorare test di interoperabilità, sviluppare banchi di prova e piattaforme complete. Beta 80 si occupa, inoltre di assistere organizzazioni e aziende nello sviluppo e nell’implementazione di servizi abilitati PEMEA, piattaforme in grado di interconnettere le diverse app di emergenza, reindirizzando la richiesta alla centrale più vicina, in base ai dati di geolocalizzazione forniti dal cellulare.

IL PROGETTO

FASE UNO

Beta 80 è stata coinvolta sin dalle prime fasi di pianificazione e sviluppo del progetto. Dal 2016 si è occupata, infatti, degli aspetti tecnici e di gestire i rapporti con il Governo e altri attori privati

I primi risultati e i test eseguiti hanno confermato la capacità di PEMEA di fornire:

  1. Accesso ai servizi di emergenza in qualsiasi area europea utilizzando le loro app preinstallate in roaming
  2. Le informazioni corrette al PSAP corretto (posizione, contatti di emergenza e impostazioni della lingua) anche se l'app non è quella suggerita.

FASE DUE

La seconda fase del progetto PEMEA è iniziata nel novembre 2019 e si è conclusa a maggio 2020. Beta 80 Group è stata coinvolta come partner chiave nell'integrazione e implementazione del sistema nelle diverse regioni europee, concentrandosi sull'interoperabilità.

L'obiettivo è stato quello di interconnettere le tante app di emergenza europee e i diversi PSAP tramite roaming, fornendo server multimediali, capaci di reindirizzare la comunicazione con il chiamante.

Le app sono ora in grado di contattare qualsiasi PSAP in Europa attraverso geolocalizzazione, collegando tutti i partecipanti al progetto PEMEA attraverso una procedura standard.

IL FUTURO

La rete PEMEA è pronta per connettere nuove app e PSAP in Europa. Chiunque sia interessato a connettersi alla rete può contattare il consorzio QUI.

RISORSE

PEMEA Report - include le procedure operative della rete, i casi d'uso e i casi di test completi di Beta 80 e Deveryware.


PEMEA GDPR Conformance Statement, -scopri come PEMEA è conforme alle attuali normative sulla protezione dei dati.

Post correlati