EVOLUTION TO REVOLUTION: il WMS eCommerce come HUB di organizzazioni, procedure e tecnologie

L’“Evolution to Revolution” a cui è sottoposto il mercato della logistica in questo ultimo periodo tumultuoso tocca diversi aspetti: sfide derivanti dalla crisi globale, nuove tecnologie di comunicazione e automazione, analisi predittiva dei dati, attenzione alla sostenibilità, recruitment, formazione e mantenimento dei talenti.

Questo scenario globale, osservato dal punto di vista del centro distributivo, rende evidente come i sistemi di Warehouse Management siano sempre più il perno attorno al quale ruotano tutti gli elementi tecnologici e operativi.

Disporre di un ottimo WMS è la soluzione migliore per assicurare ottimizzazione delle risorse, efficientamento di processi operativi e costante attenzione al livello di Customer Satisfaction, elementi imprescindibili per la vita di un eCommerce di successo. Ed è proprio attraverso l’installazione di un WMS che è iniziata la collaborazione tra Beta 80 Group e una realtà di eccellenza come YOOX NET-A-PORTER.

Le nuove tecnologie a supporto della Supply Chain

“EVOLUTION TO REVOLUTION”, il report annuale di MHI, l’associazione di categoria statunitense, che dal 1945 rappresenta le industrie del mercato Supply Chain, logistica e movimentazione materiali, quest’anno non poteva che partire dalla fragilità delle catene di fornitura emersa, soprattutto in ambito eCommerce, negli ultimi anni.

Per troppo tempo, si è data per scontata la disponibilità di ogni tipo di beni e materiali, senza comprendere fino in fondo, quante componenti geopolitiche, umane, tecnologiche e organizzative fossero coinvolte. A un certo punto, però, di fronte ad una nuova consapevolezza, è iniziata la corsa ad analizzare e dissezionare ogni elemento, per comprendere come rendere più resilienti i processi.

Terry L. Esper, Ph.D., del Fisher College of Business della Ohio State University ha osservato: “La Supply Chain è diventata argomento di conversazione intorno alla tavola, per la famiglia media a cena”.

Questo enorme e diffuso interesse non potrà che portare a inevitabili cambi di paradigma in tutti i processi coinvolti. E uno dei fattori principali sarà sicuramente la tecnologia.

MHI e Deloitte Consulting LLP hanno svolto un’indagine su oltre 1.000 leader del mercato Supply Chain e Manufacturing, al fine di comprendere come stanno trasformando la loro catena di fornitura attraverso l’adozione delle seguenti tecnologie:

  • Internet of Things

  • Cloud Computing & Storage

  • Sensors & Automatic Identification

  • Blockchain

  • Robotics & Automation

  • Wearable & Mobile Technology

  • Driverless Vehicles & Drones

  • 3D Printing

  • Predictive Analytics

  • Inventory & Network Optimization

  • Artificial Intelligence

Allo scopo di rispondere alle sfide del settore.

La risposta è stata che il tasso di adozione, con i relativi investimenti, crescerà fortemente nei prossimi cinque anni.

White Paper Logistica di magazzino 2023

L’impatto dell’eCommerce sul settore Supply Chain

L’esplosione dell’eCommerce è un altro aspetto di questo cambiamento, che sta rivoluzionando il modo di lavorare di tutti gli operatori del settore, in ogni anello della catena.

Ma in cosa consiste esattamente l’eCommerce Revolution?

Sono 4 le nuove tendenze legate al fenomeno eCommerce:

  1. Piccole quantità con elevata frequenza di ordini. Mentre in passato gli operatori logistici trattavano ordini con grandi quantità di uno stesso prodotto o materiale, oggi nel commercio, B2B o B2C, si ordinano pochi materiali, in piccole quantità, da consegnare in breve tempo. Ne consegue che nei centri distributivi aumenta moltissimo la quantità di lavoro degli operatori.

  2. Mercato senza confini. Geografia dei mercati, tempi di svolgimento dei processi di business, diffusione delle informazioni, integrazione tra gli attori della Supply Chain sono cambiate totalmente in pochissimi anni. Le richieste di acquisto possono provenire da ogni parte del mondo, con conseguente necessità di gestione di normative, situazioni geografiche e antropologiche completamente diverse e continuamente variabili.

    warehouse
  3. Urbanizzazione. Specie per quanto riguarda il commercio B2C, la tendenza mondiale all’urbanizzazione porta ad effettuare le consegne in ambito urbano, dove le situazioni di traffico e densità di popolazione, nonché l’attenzione all’impatto sull’ambiente dei trasporti, aumentano sempre più il costo del cosiddetto “ultimo miglio”.

  4. Personalizzazione. La richiesta di prodotti personalizzati è anch’essa in aumento: sia in ambito industriale che privato si tende sempre di più a chiedere prodotti con caratteristiche specifiche per il singolo cliente. Si pensi solo alle potenzialità della tecnologia di stampa in 3D, che rende possibile produrre un singolo oggetto per una specifica richiesta. La produzione si sposta in magazzino, o viceversa a seconda delle esigenze.

3d printer

 

L’esperienza di Beta 80 Group: il caso YOOX NET-A-PORTER

Per capire come il processo di rivoluzione eCommerce influenza il lavoro quotidiano di un Logistic Manager, possiamo partire da un recente caso concreto di successo.

La collaborazione di Beta 80 Group con YOOX NET-A-PORTER inizia nei primi anni 2000 con l’installazione di un WMS (Warehouse Management System) manuale in un piccolo centro distributivo. Attualmente il gruppo, con il quale la relazione è proseguita ininterrottamente in questi anni, ha 9 magazzini nel mondo (UK, USA, Emirati Arabi, Giappone, Cina e Hong Kong) e 2 in Italia (Bologna Interporto e Landriano). Bologna Interporto raggiunge i clienti degli online store YOOX e THE OUTNET, mentre Landriano quelli in tutto il mondo delle destinazioni premium di lusso, NET A PORTER e MR PORTER.

YOOX NET-A-PORTER gestisce 5,3 milioni di clienti, in 180 paesi e la sua piattaforma di e-commerce riceve oltre 1,2 miliardi di visite l’anno.

Stockager TM Suite di Beta 80 Group è il WMS che YOOX NET-A-PORTER ha scelto per gestire i suoi siti principali:

  • Interporto: un centro distributivo composto da 4 magazzini

  • Landriano: specializzato nel settore Luxury. Si tratta di un impianto multipiano di 53.000 mq, ad atmosfera controllata, per lo stoccaggio di capi appesi e stesi, con sorter e magazzino automatico con tecnologia shuttle. La capacità di stoccaggio è di 4 milioni di prodotti, identificati mediante barcode e RFID. Inoltre, nell’impianto sono presenti 6000 mq di ambienti per la produzione digitale, con una capienza di 100 studi fotografici.

  • USA: un innovativo magazzino automatico

  • Hong Kong

Favorire l’integrazione di organizzazioni, processi, tecnologie

L’esperienza di Beta 80 Group nel settore eCommerce Warehouse Management in questi ultimi anni è stata principalmente quella di sostenere l’evoluzione continua, da una serie di processi isolati ad una integrazione di elementi eterogenei, chiamati a costruire un organismo collaborativo e coordinato. Solo per fare alcuni esempi, le attività che hanno visto il coinvolgimento di Beta 80 sono:

  • supportare le aziende impegnate nella realizzazione di specifiche soluzioni;

  • adeguare la tecnologia a diverse tipologie di prodotti: luxury, fashion, high values ,oggetti ingombranti, dangerous goods;

  • ottimizzare i processi logistici: ingressi e controllo merci, ordini, spedizioni, resi, controllo qualità, gestione priorità di spedizione, clienti VIP, controllo antifrode, digital production;

  • favorire il superamento delle problematiche operative: interfacciamento con sistemi aziendali e spedizionieri, gestione delle normative doganali e geopolitiche;

  • migliorare le spedizioni Just In Time verso gli altri centri distributivi.

    White Paper Logistica di magazzino 2023

Il WMS eCommerce come HUB di innovazione

Il WMS, grazie alla varietà di moduli e nuove tecnologie disponibili per l’integrazione, costituisce l’oggetto principale della proposta Beta 80 Group nel mondo della logistica eCommerce.

Si tratta di una soluzione in grado di gestire il nucleo di tutta la rete complessa di elementi tecnologici e operativi. In particolare, ad esso fa riferimento l’insieme dei processi legati al fulfillment, ossia il modo in cui un’azienda risponde agli ordini dei clienti. In tale contesto, il WMS è un sistema che deve avere un ciclo di vita indipendente dai processi e dalle tecnologie impiegate, restando in costante interscambio di dati e di evoluzioni con essi.

In questo campo, le storie di successo si fondano sulla cooperazione strategica e partnership tra fornitori e clienti, finalizzati ad un obiettivo comune: rispondere efficacemente alle richieste dei destinatari ultimi del servizio, persone o imprese, con esigenze sempre più personalizzate, a volte urgenti e in continua evoluzione nel tempo.

Post correlati