Magazine / Cloud enablement 16 marzo 2022

Perché il nuovo Retail ha bisogno del Cloud Enablement

I trend tecnologici, per la velocità con cui vengono sviluppate nuove soluzioni e prodotti, spesso, durano lo spazio di una stagione. Non è così per il Cloud Computing, insieme di servizi e soluzioni in continua evoluzione e fattore abilitante della Digital Transformation. Come per le altre industry, anche per il Retail il Cloud Enablement rappresenta il driver per la crescita e l'innovazione. 

L'adozione della nuvola è via via cresciuta, con il progredire dei servizi Cloud, da hosting e commodity in grado di ridurre i costi dell'infrastruttura IT e aumentare la business continuity a tecnologia di riferimento per l'analisi avanzata dei dati. Sul cloud sono stati spostati infatti i processi di analisi dei dati, in cui raccogliere, sintetizzare e dare forma ai dati grezzi. Il cloud ha esteso le sue capacità e ha permesso alle aziende di ottenere un vantaggio competitivo dai Big Data, attraverso le soluzioni che si possono gestire nella nuvola, senza limiti. Dall'elaborazione dei dati in tempo reale, alla gestione dei picchi di attività, al rinnovamento del modello operativo e al miglioramento dell'esperienza del cliente, il cloud computing sta giocando un ruolo fondamentale nel cambiare il volto del commercio al dettaglio. 

Le potenzialità che il cloud enablement offre ai retailer non sono un semplice fattore di miglioramento infrastrutturale, ma una completa trasformazione del business. 

Come ogni altro settore che sta lavorando alla propria transizione tecnologica, anche il settore della vendita al dettaglio vuole continuare a estendere le sue capacità, desidera adattarsi alle ultime soluzioni tecnologiche e, soprattutto, cerca soluzioni in grado di rendere più forte l’azienda, più veloce nel prendere decisioni e, in definitiva, più resiliente in uno scenario economico e politico quanto mai incerto. 

 

I vantaggi del cloud enablement per il settore Retail 

Ma quali sono i vantaggi per un’azienda del settore Retail che decide di passare al Cloud? 

  • Innanzitutto, le aziende potranno godere di una riduzione dei costi iniziali di investimento in strutture, servizi, hardware e licenze. Il modello pay-as-you-go permette a un'organizzazione di pagare solo le risorse di calcolo che utilizza. 
  • Al tempo stesso, il retailer avrà il pieno controllo della sua infrastruttura e una grande capacità di scalare le risorse It a seconda delle richieste del business. Con il cloud si possono agevolmente aumentare le risorse quando servono (ad esempio nel caso dei picchi stagionali) e tornare alla normalità, una volta passato il momento di picco. 
  • Il Cloud assicura velocità di innovazione, consente alle imprese di rispondere rapidamente alle esigenze del mercato, lanciando nuovi prodotti o servizi. I dati e le applicazioni per gestirli e analizzarli sono sul cloud e praticamente disponibili per qualsiasi dispositivo che possa collegarsi a Internet. 
  • Alta disponibilità: la maggior parte dei fornitori di cloud fornisce servizi altamente affidabili, con un uptime fino al 99,99%. Inoltre, anche in caso di disastro i dati e le applicazioni sono facilmente recuperabili. Decisamente diverse, invece, conseguenze di un incendio, un terremoto o un’inondazione che distrugge il Ced di un’azienda, che non ha abilitato il cloud. 

Ma ci sono anche benefici più specifici per il settore retail:  

  • il cloud sta rinnovando e semplificando la gestione dell'inventario, specialmente quando il retailer ha più negozi o più sedi da gestire. 
  • Attraverso il cloud si stanno sostituendo i sistemi Pos tradizionali e se ne stanno abilitando di innovativi. 
  • L’accesso ai dati transazionali avviene in tempo reale e consente di avere lo stato dell’online allineato con quello dei negozi fisici. 

Ma non solo, il cloud consente a un’azienda maggiore visibilità e sicurezza dei suoi dati, riduce i tempi per la manutenzione e l’aggiornamento delle applicazioni, consente di sviluppare una customer experience senza precedenti, grazie alle potenzialità di analisi dei dati del cloud, che abilita il machine learning e l’artificial intelligence. Infine, la migrazione al Cloud assicura la sicurezza dei propri dati e la compliance con le leggi nazionali, anche in caso di gestione di dati provenienti da negozi diversi o sedi estere.

CTA-infografica-app-revolution

Post correlati