Magazine / Cloud enablement 25 maggio 2022

Cloud Assessment guidato dai dati: ridurre i costi con AWS OLA

Costruire un solido business case è il primo passo nel percorso di adozione del Cloud AWS. Esso è infatti, fondamentale per valutare l’opportunità della migrazione e decidere, quindi, come migrare le applicazioni, i workload e i componenti dell’infrastruttura IT nel Cloud. 

Uno dei principali strumenti per la creazione di business case per la migrazione, adottato dal team Beta 80 Group, è AWS Optimization and Licensing Assessment (AWS OLA), che permette di raccogliere informazioni dettagliate, disegnare scenari di ottimizzazione dei costi in AWS e prendere decisioni in modo più tempestivo per la migrazione. 

AWS OLA: quali sono i principali vantaggi 

Con AWS OLA è possibile disegnare una strategia di migrazione e di gestione/acquisto delle licenze software di terze parti per ottenere risparmi sui costi per la migrazione ad AWS. 

I principali vantaggi offerti da AWS OLA sono: 

    1. Rilevare automaticamente l'inventario dell'infrastruttura, le versioni dei sistemi operativi e le applicazioni in esecuzione  
    2. Semplificare la raccolta delle informazioni relative alle licenze correnti e confrontare i costi tra le opzioni Bring Your Own License (BYOL) e License Included (LI). 
    3. Determinare scenari di ottimizzazione del sizing delle risorse IT su AWS, riducendo i rischi di over provisioning. Grazie all’utilizzo di algoritmi, AWS OLA permette di calcolare le istanze necessarie per garantire le prestazioni desiderate. 
    4. Scegliere l’opzione di pricing più conveniente in base al tipo di carico di lavoro (on demand, istanze spot, istanze riservate). 

AWS OLA: come funziona 

Dal rilevamento dell'inventario on-premise, attraverso l’analisi e il disegno di uno scenario di ottimizzazione dei costi, l’Optimization and Licensing Assessment  di AWS permette di costruire un solido business case per la migrazione ad AWS. 

In particolare, AWS OLA si articola in 3 step: 

Data Collection (2 settimane) 

  • Mappatura dei workflow.
  • Interviste con gli stakeholder.
  • Application & Resource Discovery con l’utilizzo di tool (AWS Migration Evaluator, Cloudamize) , rilevamento di dati, quali numero di server fisici, numero di macchine virtuali, tipi di OS, utilizzo della CPU, capacità della RAM, capacità di storage, licenze software in corso.

Data Analysis 

  • Analisi del ridimensionamento, consigliato in base alle effettive esigenze di calcolo, storage e rete.
  • Licenze di terze parti, versioni, porte e raccomandazioni di licenze cloud.
  • Creazione dei modelli di costo best fit per ciascun tipo di workload da migrare.

Presentazione risultati 

  • Scenario di utilizzo dei servizi AWS best-fit.
  • Percentuale di riduzione dei costi vs on premise.
  • Roadmap di migrazione.
  • Stima dei costi per i servizi AWS.
  • Ottimizzazione dei costi delle licenze di terze parti.

Beta 80 Group e AWS OLA: casi d’uso 

L’AWS Optimization and Licensing Assessment  permette di ottimizzare i costi e rendere più efficace la strategia di migrazione sin dalle prime fasi di Assessment. Proprio per questo viene proposta da Beta 80 Group, partner AWS, ai propri clienti. 

L’obiettivo è, infatti, identificare il miglior percorso di migrazione per ciascun tipo di applicazione, workload e database del cliente, mantenendo un approccio omogeneo. 

Le analisi e la modellazione dei dati offerte da AWS OLA, inoltre, permettono di avere una valutazione immediata dei vantaggi economici della migrazione ad AWS Cloud, con un confronto puntuale tra i costi on premise ed i costi nel cloud. 

I risultati sono evidenti guardando ai casi di successo connessi a questo approccio. Tra questi un’importante società del settore food manufacturing, che si è rivolta a Beta 80 Group proprio in fase di assessment per ottenere la valutazione corretta dei carichi di lavoro su AWS.  

L’analisi dell’attuale infrastruttura ed il giusto dimensionamento dei carichi di lavoro su AWS avrebbe comportato un costo annuale stimato di 30.000,00 euro circa per Amazon Elastic Cloud Compute (EC2) e Elastic Block Storage (EBS). 

Grazie ai tool di rilevamento automatico sono stati raccolti i dati relativi al consumo effettivo di risorse e in base a queste il team Beta 80 ha identificato il modello di costo più adatto tra quelli offerti da AWS (istanze on demand, istanze spot e istanze riservate). 

Ciò ha consentito al Cliente un risparmio del 35% rispetto ai costi per gli attuali server e storage on-premise.  

Cloud Assessment Roadmap - white paper

Post correlati