Magazine / Business Intelligence
4 dicembre 2020

Business Intelligence: 5 motivi per introdurla in azienda

La Business intelligence, ovvero l’insieme di strategie e strumenti utilizzati per raccogliere, analizzare e validare dati e informazioni aziendali, costituisce un importante alleato per le imprese che ambiscono a prendere decisioni strategiche basate sui Big Data e a sfruttare quest’ultimi per raggiungere obiettivi misurabili.

L’utilizzo di software BI all’interno delle aziende è ormai imprescindibile. Con la crescita esponenziale dei dati provenienti da fonti diversi, infatti, cresce anche il bisogno di strumenti di analisi e professionisti capaci di comprendere, processare e convertire in un formato chiaro, univoco e coerente le informazioni ricevute. Solo così i dati possono tradursi in un reale vantaggio competitivo.

L’introduzione in azienda di soluzioni software di Business Intelligence consente l’interconnessione di diverse aree del business management (finance, supply chain, marketing, sales, customer service, ecc.) e un più efficace scambio di dati. In questo modo è possibile comprendere e prevedere scenari, intervenire per migliorare l’efficacia dei business plan, aumentare vendite e/o introiti e molto altro.

 

Perché introdurre software BI in azienda

La Business Intelligence, dunque, consente un miglioramento di tutte quelle attività che si basano sull’uso o sull’analisi di dati e informazioni. Nello specifico, la BI fornisce numerosi strumenti per interpretare le tendenze del mercato, condizionare e orientare le strategie aziendali secondo le esigenze del target di riferimento o obiettivi interni e rappresentare i dati in modo chiaro, attraverso report e dashboard. Offre, inoltre, vantaggi in termini di miglioramento delle performance.

Tra i principali motivi per introdurre la Business Intelligence in azienda troviamo:

 

1.Facilitare il data mining

L’estrazione dei dati è un’attività fondamentale all’interno di un’azienda, tuttavia capita che questi siano archiviati all’interno di basi di dati diverse, basate su diverse tecnologie e che richiedono credenziali di accesso differenti, spesso non condivise. Può capitare, inoltre, che i dati siano ripetitivi, frammentari o gestiti da unità distanti e non connesse, il che ne complica ulteriormente la lettura e l’estrazione per una reportistica completa. L’utilizzo di software di Business Intelligence permette di risolvere facilmente questi problemi, facilitando il data mining e il conseguente utilizzo dei dati per finalità strategiche.

I software BI riescono, infatti, non solo ad estrarre e mettere insieme dati provenienti da fonti diverse, ma anche a gestire l’ingresso costante di vaste quantità di Big Data, restituendo informazioni aggiornate in un formato di facile accesso e lettura.

 

2.Realizzare report più accurati

I Software di BI permettono di raccogliere e processare dati in real-time. Inoltre, rafforzate da soluzioni AI-driven, le aziende possono beneficare di analisi in tempo reale e organizzare così le informazioni in report più accurati e sempre aggiornati.

I report possono, inoltre, essere personalizzati al fine di monitorare precisi KPI (Key Performance Indicator) relativi ad aree specifiche. In questo modo, risulta più semplice e immediato individuare e risolvere eventuali problemi. I dati, sotto forma di dashboard e report di business intelligence, mostrano informazioni complesse in un modo più semplice, accessibile e comprensibile, facilitando le decisioni.

La generazione di report è un’applicazione standard dei software di business intelligence, che, in alcuni casi, permettono di automatizzare l’intero processo, sostituendo del tutto l’utilizzo, ad esempio, dei fogli di calcolo e dei programmi di elaborazione testi.

 

3.Prendere decisioni più consapevoli

Attraverso l’utilizzo degli strumenti di BI è possibile individuare con chiarezza cosa funziona e cosa no all’interno dell’azienda. Questi consentono, infatti, di valutare le performance in modo estremamente preciso, mostrando cosa succede nel presente e cosa è accaduto in passato, attraverso l’integrazione di dati provenienti da fonti diverse e che offrono una visione del business a trecentosessanta gradi.

Dall’analisi dei report, manager e unità aziendali riescono, quindi, a prendere decisioni informate, attuare soluzioni strategiche e migliorare le operazioni di pianificazione.

Utilizzati in modo efficace, i software di Business Intelligence permettono di controllare il mercato e minimizzare velocemente possibili rischi e problemi. Tra le varie funzioni, è possibile ad esempio impostare delle notifiche su precisi cambiamenti dei KPI in modo da averne una visione chiara, immediata e che faciliti un intervento rapido.

 

4.Aumentare la soddisfazione dei clienti

I sistemi di Business Intelligence permettono di acquisire informazioni in real-time su clienti reali e/o potenziali, indispensabili a sviluppare offerte e servizi mirati. Gli strumenti di BI permettono di individuare e definire i comportamenti delle buyer personas ed estrapolarne dei veri e propri schemi. In questo modo è possibile anticipare azioni e desideri, fornendo risposte a bisogni reali. I dati così elaborati, uniti ai feedback in tempo reale, permettono di sviluppare una conoscenza del cliente sempre più ampia e funzionale agli scopi del business.

 

5.Facilitare l’analisi comparativa

La capacità di collezionare e processate una vasta quantità di dati costituisce di per sé un vantaggio. In aggiunta, i software BI permettono di rafforzare la resilienza delle aziende, monitorando e analizzando non solo i propri dati, ma anche quelli dei competitor.

Gli strumenti di Business Intelligence possono, infatti, essere utilizzati per tracciare le performance dei concorrenti, determinare l’efficacia delle campagne, capire cosa differenzia i loro prodotti e servizi all’interno del mercato. Queste informazioni permettono non solo analizzare e comparare le attività dei competitor, ma anche di comprenderle, imparare dai loro errori e successi, estrarre insights utili al proprio business e, infine, redigere business plan più efficaci e competitivi.

La Business Intelligence, dunque, non costituisce solo un vantaggio competitivo per le aziende moderne, ma anche un bisogno urgente. Dall’elaborazione dei dati provenienti da fonti diverse alle indagini sulla concorrenza, passando per l’analisi delle performance e del customer behaviour, la BI è uno strumento in grado di trasformare i Big Data generati dai vari compartimenti aziendali, in una preziosa risorsa volta ad orientare e rafforzare le decisioni di business.

white paper big data

Post correlati